Il miracolo di Santa Lucia tra i soldati

Calava un’altra sera sul massiccio, un piccolo topo presenziava intorno al baraccamento nuovamente imbiancato in cerca di qualche briciola, mentre il monte conquistato che nei giorni precedenti era conteso, ansimava ancora spaventato per l’assordante rombo dei cannoni, per le ferite causate dall’esplosione di granate e ora la neve, nel paesaggio confondeva le rocce coi corpi dei caduti per raggiungere un metro in più mentre nella testa dei soldati italiani ancora vivi, riecheggiava il ta-pum.