Stasera Poast! Ovvero pizza-toast

Sapete quelle giornate in cui non avete voglia di mettervi ai fornelli ma nemmeno di uscire? Io l’ho avuta sabato scorso… Poi in 5 minuti ecco l’idea.

Avevo in casa:

  • mezza confezione di pane da toast
  • prosciutto
  • sottilette
  • formaggi
  • zucchine

Ho tagliato le zucchine a pezzettini e le ho fatte rososalare un po’ (5-10 minuti). Una volta pronte le ho messe da parte. Ho preso una teglia da forno, l’ho unta con un po’ di olio, ho adagiato sopra le fette di pane, poi i formaggi, il prosciutto e infine le zucchine. Infornato tutto a 200° finchè non ho visto il formaggio un po’ fuso e il prosciutto appena rosolato. Poi non sapendo come chiamare questo piatto, ho chiesto aiuto a un esperto di nomi inventati: il mio cuginetto Mattia di quasi 7 anni.

Potete variare la ricetta con gli ingredienti che avete a disposizione! Mandatemi le foto delle alternative!

Buon Poast a tutti e Grazie Mattia per il nome!

stefania simonato

Pasticceria COVA: ecco il rinnovamento per festeggiare i 200 anni

Oggi la Pasticceria Cova ha riaperto i rinnovati e ampliati storici locali di via Montenapoleone per celebrare i 200 anni di storia del marchio.

I lavori, durati circa tre mesi, sono stati seguiti da Cova e dal suo team di architetti nel segno della continuità e della salvaguardia dello stile e dei codici architettonici originali.

Il restyling, oltre ad aver razionalizzato gli spazi, prevede un ampliamento di circa 30 mq lato via Sant’Andrea e l’utilizzo esclusivo di una parte dell’ampia e prestigiosa corte interna disegnata alla fine del XVII secolo dal celebre architetto neoclassico Giuseppe Piermarini, lo stesso che progettò il Teatro alla Scala di Milano.

Dalle storiche origini nel 1817 all’angolo tra via Verdi e Piazza della Scala, alla prestigiosa sede attuale in via Montenapoleone 8, la Pasticceria Cova tramanda di generazione in generazione da oltre due secolil’eccellenza del savoir-faire, la qualità dei prodotti e l’attenzione al servizio della clientela.

Il rifacimento dei locali ha posto inoltre particolare attenzione agli elementi decorativi caratteristici, come lo storico pavimento in mosaico all’ingresso, il parquet ripreso dall’originale Cova, gli specchi dorati, i divanetti in velluto e i lampadari originali in cristallo in un ambiente in cui l’illuminazione giocherà un ruolo fondamentale. Le cucine, inoltre, sono state completamente rinnovate in linea con gli ultimi standard tecnologici, così da creare un incontro tra tradizione e innovazione. All’interno di Cova non mancherà inoltre lo storico e originale bancone in mogano lucido decorato da un ripiano in marmo italiano.

Cova_CEO_PaolaFaccioli_Portrait.JPGI 200 anni di storia del marchio rappresentano un punto di svolta – commenta Paola Faccioli, CEO di Cova – La riapertura di via Montenapoleoneha un significato simbolico: mantenere i codici storici del marchio proiettandoli nel futuro e nel mercato globale. Siamo orgogliosi – continua Paola Faccioli- di poter celebrare questo anniversario con un progetto di restauro, ponte tra tradizione e innovazione, per continuare ad offrire ai clienti i nostri prodotti eccezionali ed ora anche la possibilità di accedere agli spazi arredati della corte che siamo certi diverrà un nuovo punto di ritrovo del Quadrilatero di Milano”.

Risotto alla Bassanese

Un’idea per il pranzo della domenica!


Ingredienti:
asparagi
pistilli di zafferano (possibilmente dell’Aquila)
Asiago
Riso Vialone Nano
Uova
Procedimento:
Pulire gli asparagi mettere i fondi in acqua per fare il brodo. Aggiungere al brodo i pistilli (5/6) e alcune punte che saranno poi messe sopra al risotto.
Fare un soffritto di porro o cipolla, una volta rosolato aggiungere gli asparagi tagliati a listelle per circa 10 min aggiungere il riso un bicchiere di vino bianco e utilizzare il brodo (quando sarà di colore giallo) per la cottura, aggiungendolo un po’ alla volta.
Mantecare con l’Asiago, impiattare aggiungere le uova sode pestate alla bassanese e appoggiare due punte asparagi, pepe.
 
Buon Appetito!
luca beghetto 
 

Voilà! Ecco a voi l'antipasto!

Oggi vi proponiamo un antipasto veloce ma di grande effetto! Da veri Chef!

Prendete un fondo di carciofo cucinato con dello scalogno, adagiateci sopra un rosso d’uovo crudo, passate  2 min in forno,  aggiungete uno scampo marinato  e infine cospargete con della bottarga! Voilà un tocco di classe per aprire il vostro pranzo!

Buon Appetito da Telescopio News e da Luca Beghetto!