Ci sono mattine in cui il tuo cellulare vibra e tra il sonno e il momento del risveglio leggi una notizia che non sai se è vera o se la stai sognando. Questa mattina era una notifica di questa news: “George Michael è morto all’età di 53 anni”. Poi accedi all’applicazione e leggi l’articolo. Scopri quindi che non stai sognando ma che è tutto vero. Ancora una volta il mondo ha perso precocemente una delle star della musica internazionale. E in modo beffardo. Proprio lui, quello con il maglione natalizio che ci ha regalato quella canzone che tutti almeno una volta abbiamo canticchiato a Natale. Proprio lui che cantava Last Christmas, se n’è andato il giorno di Natale. Già questo è stato l’Ultimo Natale per George e nemmeno goduto in pieno. Le star sono personaggi che vediamo da lontano, anche loro sono però umane. Con i pregi e con i difetti. Chi ha la fortuna di essere una star sa che però anche dopo la morte, continuerà a vivere grazie alle proprie opere. Goodbye George.

stefania simonato

Unisciti alla discussione

1 commento

  1. George Michael era praticamente inattivo dal 2004, ma nessuno di noi se n’era accorto, perché le sue canzoni non sono mai scomparse dalla circolazione. E non alludo soltanto a Last Christmas (ormai diventata un classico delle canzoni di Natale), ma a tutta la sua discografia, che ha continuato a venire trasmessa anche quando la musica è passata dall’era dei cantanti a quella dei dj. La musica di George Michael è immortale, e continuerà ad accompagnarci anche molto tempo dopo la sua morte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *